Progettiamo macchine per lavorazione della frutta

+39 0535 58927+39 0535 58927 CAVEZZO (Modena) - ITALY

La nostra storia

Una storia di successo nella produzione di impianti per la lavorazione della frutta

1978: Carlo Ascari fonda ABL, azienda che produce macchine e impianti per la lavorazione della frutta dirette all’industria conserviera della zona, mercato di riferimento di quel periodo. Tuttavia, grazie alla capacità del fondatore di prevedere i trend del mercato e alla sua volontà di espandere il business dell’azienda, in pochi anni ABL cresce e si affaccia su mercati internazionali.

1980 – 1990: In questi anni il core business dell’azienda cambia rapidamente, spostandosi verso la produzione di macchine e impianti per la lavorazione di mele, pere e pesche per i mercati europei e americani.

1992: Luca e Daniela, figli del fondatore Carlo Ascari, entrano a far parte di ABL, riorganizzando la struttura della proprietà aziendale, che viene suddivisa in quote uguali tra il padre, la madre e i figli.

1998 – 1999: ABL inizia la sua avventura nel nuovo mercato del fresh- cut, creando nuove linee di prodotto progettate appositamente per questo target, con impianti per la lavorazione della frutta che preparano i diversi tipi di frutto al mercato del fresh-cut conservato e surgelato.

Dal 2000: ABL inizia ad esportare i suoi impianti per la lavorazione della frutta all’estero, grazie a tecnologie innovative e soluzioni personalizzate che rinforzano la sua importanza a livello internazionale e la sua capacità di penetrazione del mercato.

2012: Un anno difficile, segnato dal sisma che colpisce duramente l’intero tessuto industriale del territorio emiliano e che obbliga ABL ad un cambio di sede temporaneo presso un edificio in affitto. Nonostante il contraccolpo subito dalla produzione aziendale dopo il terremoto, ABL aumenta il suo fatturato e la sua presenza sul mercato degli impianti per la lavorazione della frutta, affermandosi come una realtà in continua crescita.

2013 - 2014: Un anno dopo il sisma del 2012, iniziano i lavori per la costruzione di una nuova e moderna sede, più spaziosa e confortevole, nella quale l’azienda si trasferisce ufficialmente alla fine del 2014.

2015: Finint, banca italiana che investe nel capitale privato, acquisisce il 44% delle azioni di ABL, con l’obiettivo di accrescere le doti innovative dell’azienda come player di livello eccellente nella produzione di impianti per la lavorazione della frutta.

OGGI: ABL è sempre stata proiettata in avanti sul mercato della produzione di impianti per la lavorazione della frutta, grazie all’affidabilità dei suoi prodotti e delle soluzioni progettate su misura per ogni cliente. Ecco perché oggi ABL è sinonimo di tecnologie di alta qualità, in un processo di evoluzione costante volto a migliorare le prestazioni, la sicurezza e l’igiene degli impianti senza perdere in resa e qualità del prodotto finale.

Dalla sua fondazione, l’azienda ha progettato, prodotto e venduto in tutto il mondo più di 2.000 macchine per la lavorazione della frutta, acquisendo clienti soddisfatti e affezionati che sanno di poter trovare in ABL non solo il giusto fornitore di impianti per la lavorazione della frutta, ma anche il giusto partner commerciale per ottenere sempre soluzioni su misura e performanti.